Caffè letterario: come arredare un locale pieno di libri

ApprofondimentiMaterialiCaffè letterario: come arredare un locale pieno di libri

Ha diversi secoli sulle spalle e oggi è tornato alla ribalta il cosiddetto caffè letterario.

Chi ne sta aprendo uno, dopo aver affrontato un complesso iter burocratico, si domanda come arredare un piccolo locale tutto dedicato al fascino dei libri.

I protagonisti immancabili di un bar percorso dagli spiritelli di romanzi, racconti e saggi, sono librerie, poltroncine, sedie e tavoli comodi.

In questo articolo, raccontiamo in sintesi che cos’è un caffè letterario, come aprirlo, organizzarlo, e arredarlo, cercando di contenere le spese.

SCOPRI LA LINEA HOME & CONTRACT DI MOMENTI

Come arredare un locale rustico - Momenti

Che cos’è un caffè letterario

Per caffè letterario si intende un luogo dove sono offerte le classiche bevande di una caffetteria insieme con la possibilità di consultare e leggere libri.

Alcuni caffè letterari sono anche librerie indipendenti, dove un libraio o una libraia consiglia il romanzo più adatto a lettori e lettrici.

Altri locali del genere, dedicati alle suggestioni delle storie, propongono un bookcrossing ben fornito oppure semplicemente lettura e consultazione in loco, come una biblioteca.

Sono posti del cuore che rendono disponibile al pubblico il piacere delicato dell’immersione nelle pagine, in un ambiente curato, dove la lentezza della letteratura inebria.

Per dar vita a un caffè letterario bisogna armarsi di pazienza e tenacia per via dell’investimento e della burocrazia da affrontare.

Come aprire un caffè letterario

Chi si domanda come aprire un caffè letterario deve mettere in conto tante scelte da fare, una serie di incombenze burocratiche e una spesa considerevole.

Infatti, un punto chiave della faccenda è rispondere all’interrogativo più scomodo che ci sia: quanto costa aprire un caffè letterario?

Si stima che l’investimento minimo per intraprendere un’attività commerciale di questo tipo sia di 80.000 euro.

Più le cose son fatte in grande, più i costi aumentano.

Un ambito in cui si può cercare di risparmiare è l’arredamento: per esempio, le nostre carte da parati in fibra di vetro permettono di rivestire e recuperare vecchi mobili.

I documenti necessari per avviare un caffè letterario

Per avviare un caffè letterario è necessario affrontare i diversi passaggi imposti dalla burocrazia per ottenere:

  • la certificazione HACCP;
  • le autorizzazioni della Asl che attestano il rispetto delle norme igienico sanitarie vigenti.

L’acronimo “HACCP” sta per l’inglese “Hazard Analysis Critical Control Points”, che può essere tradotto in italiano con “analisi dei rischi e punti di controllo critico”.

Questo tipo di certificazione è necessaria a chiunque lavori nel settore alimentare e riguarda le buone prassi necessarie a garantire la sicurezza dei cibi.

Come si organizza un caffè letterario

Il primo passo per aprire un caffè letterario è trovare il posto giusto dove insediare librerie e bancone per cappuccini ed espresso.

L’ideale sarebbe trovare un locale caldo e accogliente nel centro della propria cittadina, ma una collocazione così vantaggiosa richiede un esborso maggiore rispetto a una in periferia.

Nei locali scelti deve esserci abbastanza spazio per un banco da bar, con un’eventuale vetrinetta di dolcetti e spuntini, tante librerie e tanti tavolini con sedie e divanetti comodi.

I libri possono essere messi bene in vista anche su scaffali bassi al centro della sala dove mostrarne la copertina per intero disponendoli in piccole pile.

Come arredare un locale rustico - Momenti

Arredare un caffè letterario: l’atmosfera è tutto

Dopo aver trovato lo spazio per gli elementi indispensabili di un caffè letterario, è importante domandarsi come arredare il piccolo locale per creare un’atmosfera unica.

L’obiettivo è dar vita a un ambiente piacevole, ben caratterizzato, dove lettori e lettrici si sentano a proprio agio nel leggere sorseggiando una bevanda calda.

Per tessere un filo rosso di immagini che creai una storia o un insieme di rimandi grafici armoniosi sono ideali le nostre carte da parati in fibra di vetro.

Tutti i nostri rivestimenti sono personalizzabili con grafiche ideate e realizzate da designer di altissimo livello.

Si tratta di rivestimenti adatti non solo a pareti e soffitti, ma anche agli stessi mobili.

Recuperare vecchi mobili per l’arredamento di un caffè letterario

Il nostro tessuto tecnico di rivestimento Tecno Fiber permette di rinnovare mobili con qualche anno di vita, ancora robusti, ma non più accattivanti a causa del passare di tempo e mode.

Ricopre perfettamente il mobile come una seconda pelle e viene decorato con la grafica preferita.

Così, disegni simili tra loro per ambientazioni, scene o tonalità cromatiche, possono decorare ripiani di tavoli, sedute, lati delle librerie, fronte del bancone.

Anche il tessuto di divani, divanetti e pouf è adatto a diventano un prezioso ornamento grazie alle nostre stampe artistiche.

In questo modo, si ottiene uno spazio perfettamente armonico, in cui un tema grafico rende l’atmosfera unica e indimenticabile.

SCOPRI I NOSTRI RIVESTIMENTI

Come arredare un locale rustico - Momenti

    MOMENTI PER FARTI ASCOLTARE

    Qual è il tuo progetto? Raccontaci tutto di te.
    O preferisci sapere qualcosa in più di noi?
    Maggiori dettagli sui nostri materiali, le soluzioni tecniche, le infinite possibilità di applicazione.
    MOMENTI® è una fucina di idee e novità: contattaci per realizzare quello che hai in mente.


    Provincia

    close
    type characters to search...
    close